Tanzania, un paradiso chiamato Zanzibar. Se dovessimo definire in tre parole l’ Africa forse useremo paesaggi, bellezza, fauna selvatica. Si va nella parte sub sahariana soprattutto per fare il safari o per il trekking sul Kilimangiaro. Oggi questa parte di Africa però sta diventando una meta anche per le sue spiagge e incredibili e per i fondali marini come il Madagascar, Kenya e la Tanzania.

La trasparenza delle sue acque, la diversità delle sue spiagge di sabbia bianca definiscono Zanzibar come il gioiello dell’Africa, che insieme alle isole vicine, fa parte delle isole chiamate “delle spezie“. E’ sicuramente uno dei migliori posti per trascorrere una vacanza all’insegna del relax, del sole, mare e delle immersioni.

Zanzibar è un’isola con una superficie di circa 1.600 km quadri, un po ‘meno della metà dell’ isola di Maiorca. Si trova in fronte a Dar es Salaam , capitale ufficiale della Tanzania, di cui fa parte Zanzibar anche se rimane una nazione indipendente del continente, sia nella cultura, che nella politica e nella religione. Qui è come se fossimo fuori dalla Tanzania.

Stone Town è la città di riferimento dell ‘isola è famosa per la bellezza delle porte delle case, molte delle quali intagliate a mano, ed è una delle più importanti città della cultura swahili. Si trovano hotel economici , anche se molti di loro sono senza sbocco sul mare. Magari godono di una buona posizione per uscire la sera e godersi la vita notturna della città. Stone Town è anche famosa per la sua musica e per aver dato i natali a geni della canzone come Freddy Mercury o Tracy Chapman. Il nord dell’isola ha le strutture balneari più convenienti, soprattutto nella parte ovest. Al sud ci sono invece le spiagge più belle e diversi villaggi turistici, in particolare nella parte orientale.

Cosa fare a Zanzibar

  • “Diving a Zanzibar” . Ci sono tantissimi spot per nuotare e osservare i pesci, inoltre si puà praticare kitesurf e windsurf grazie ai venti che soffiano con costanza per gran parte dell’anno.
  • Sdraiarsi e rilassarsi in una delle splendide spiagge di Zanzibar.
  • Osservare come i locals riparano il dhow, un tipo di barca locale.
  • Visitare alcune delle piantagioni di spezie (chiodi di garofano, noce moscata, cannella, cardamomo e pepe).
  • Visitare Prison Island per il tour della prigione,  si possono anche vedere le tartarughe giganti sulla spiaggia.
  • Nuotare con gli squali balena sull’isola di Mafia.
  • Visitare le bancarelle della cucina locale a Forodhani Gardens e Stonetown.
  • Zanzibar può essere la base ideale per il vostro safari in Tanzania.

Periodo migliore per andare

Zanzibar gode di un clima equatoriale tutto l’anno con temperature medie di circa 26 gradi. Nel mese di febbraio si registranole temperature più alte, mentre in marzo e a maggio le isole sono colpite dalle piogge. Il resto dell ‘anno tranne che per le occasioni di pioggia nel mese di novembre e dicembre , il tempo è perfetto per godersi la vita sulla spiaggia.

Come arrivarci

dall’ Italia attualmente non esiste un volo diretto di linea, a meno che non parliamo di voli charter. Ci sono un sacco di città comunque collegato, basta fare scalo in aeroporti come Instanbul, Il Cairo, Doha, Dubai e prendere una coincidenza.