Il ritorno dalle vacanze estive è sempre un evento molto triste e già a partire dal mese di ottobre, torna la voglia di andare in vacanza. Dati gli impegni lavorativi e l’impossibilità di prendere ferie lunghe, molti si concedono qualche weekend fuori porta. Una delle città che merita una visita e che è possibile girare in tre giorni è Budapest.

Budapest si divide in due parti “Buda” e “Pest”, a separarla è il fiume Danubio, a collegare le due città, ci sono otto ponti storici, a cui è stato assegnato un nome diverso ad ognuno. Ecco i principali Ponti che collegano i punti più interessanti della città.

  1. Ponte Margherita:

è stato realizzato tra il 1872 ed il 1876, esso collega l’Isola Margherita con Buda e Pest. L’isola Margherita è uno dei principali centri da visitare assolutamente, ricca di verde e di terme, bellissima da visitare nei periodi primaverili ed autunnali.

  1. Ponte a Catene:

fu costruito tra il 1839 e il 1849, collega  piazza Clark di Buda con la piazza Roosevelt di Pest. Proprio da piazza Clark è possibile raggiungere con un bus il famoso Castello di Buda (ovvero il Castello della Principessa Sissi), le cui bellissime mura sono state costruite in stile barocco nel 1400. Un consiglio è quello di salire a piedi in modo da ammirare il panorama man mano che si sale, al tramonto le luci del Parlamento che si trova nella parte opposta (a Pest) si accendono e regalano un’atmosfera magica. Piazza Roosevelt, si trova proprio di fronte al ponte delle Catene, immersa nel verde, è considerato un luogo perfetto per riposarsi dopo l’intera giornata in giro. Da questa Piazza si può raggiungere la bellissima Basilica di S. Stefano, il Teatro dell’Opera, piazza Verosmarty e la famosa Vaci Utca (via ricca di ristoranti e negozi). Da Vaci Utca comincia il quartiere ebraico in cui è possibile visitare il Museo Memoriale dell’Olocausto e la più grande Sinagoga d’Europa.

  1. Ponte della Libertà:

bellissimo ponte raffigurato e dipinto in molti quadri dagli artisti di strada. Lo stile è molto classico, decorato con statue di bronzo del Turul, l’uccello simbolo della mitologia ungherese. Il ponte alle due estremità collega il famoso Mercato Coperto (sul lato di Pest), grandissimo e ricco di prodotti tipici, è il luogo ideale per acquistare i souvenir e mangiare i dolci tipici. Nell’altra estremità troverete i famosi bagni di Gellèrt, acque termali curative dove potersi concedere una giornata di relax.