Da pochi giorni si è ritornati alla vita di tutti i giorni, dopo le festività natalizie. In molti hanno avuto la possibilità di partire e di godersi qualche giorno di relax, approfittando appunto delle festività.
Molti hanno scelto di trascorrere il Capodanno in montagna, molti altri invece hanno preferito il mare e tanti altri invece sono rimasti a casa. Tuttavia trascorrere il capodanno in montagna risulta essere ormai una moda oltre che una pratica piuttosto comune nel nostro paese. Non è però detto che non si possa decidere di organizzare una vacanza in montagna anche in altri periodi dell’anno, ovviamente approfittando delle temperature rigide dei mesi invernali. Se state già pensando a trascorrere il prossimo capodanno in montagna o semplicemente state pensando di organizzare un viaggio da fare nelle prossime settimane, qui di seguito vi daremo alcuni consigli sulle principali mete italiane, per poter trascorrere un weekend o una settimana di puro relax e divertimento.
L’Italia si sa è un paese circondato per tre quarti dal mare, ma è anche un paese ricco di montagne seppur non dalle vette altissime.
La montagna è sicuramente un luogo dal sapore magico, perché per molti di noi rappresenta un luogo dove poter rifugiarsi dallo stress e dal caos quotidiano e cittadino, immergendosi nella natura e dedicandosi completamente alla cura di se stessi e del proprio corpo.
In alcune zone di montagna sono anche presenti degli impianti sciistici che permetteranno a coloro che non hanno alcuna esperienza di poter imparare a sciare grazie all’aiuto di apposite figure professionali.
Riguardo le mete da considerare per un weekend in montagna c’è sicuramente la Valle d’Aosta per via della sua altitudine che permette alle località di potersi innevare in tempi più rapidi rispetto a tutto il resto in Italia. Inoltre, sembra che sia anche risultata nel corso degli anni una località non proprio low cost e dunque alla portata di tutti perché risultata essere un po’ cara.
È risaputo che in località come Courmayeur o Cervinia la vita non sia proprio così economica. Tuttavia se non si hanno gravi difficoltà economiche è possibile organizzare una vacanza in queste località dove oltre ad abbondante neve, è possibile trovare hotel e ristoranti che offrono servizi eccellenti, con sullo sfondo scenari davvero incredibili e magici. E come non parlare dei fantastici paesaggi del Piemonte considerata da sempre la regione del turismo invernale e non è un caso che nel 1908 proprio in Val di Susa nacque il primo club di sci alpino. Ad Esempio si può organizzare un viaggio in Piemonte e più nello specifico a Macugnaga, dove potrete visitare il museo della civiltà Walser un popolo di origine germanica la cui caratteristica principale erano le case in pietra e in legno. Da Macugnaga potete poi fare delle escursioni sul Monte Rosa e andare a sciare sulle piste della Val Formazza.