Se si è indecisi su dove passare le proprie vacanze, e si vorrebbe andare al di fuori dei nostri confini nazionali, una scelta soddisfacente potrebbe senza dubbio essere Marrakech, una delle città più affascinanti e ricche di storia di tutto il Marocco, dove è possibile trascorrere una vacanza alla fine della quale si tornerà a casa con un bagaglio culturale arricchito e la sensazione di aver decisamente “ricaricato” le batterie. La città risulta assai agevole da visitare, visto che è possibile raggiungere tutti i luoghi di interesse muovendosi a piedi.

Ma scopriamo assieme sette buoni motivi per visitare Marrakech.

1) I musei e gli edifici di interesse storico

Se si è amanti della cultura e in particolar modo dei musei, bisogna assolutamente trovare il tempo per recarsi con tutta calma al polo museale cittadino, il quale porta il nome della città. Qui sono esposte opere che vanno dalle sculture a quelle di tipo contemporaneo e tutte raccontano in modo dettagliato la storia del paese. Sempre parlando di musei bisogna accennare al Museo Dar Si Said e al Bert Flint. Nel primo si ha modo di vedere alcuni oggetti risalenti alla fondazione della città, mentre nel secondo si continua a viaggiare nel passato, ma ci si concentra sull’oggettistica facente parte della vita quotidiana del paese.
Molto interessanti sono anche alcuni edifici che hanno fatto la storia della città: tra i tanti merita una citazione la moschea Koutoubia. Questo è il luogo di culto più risalente nel tempo tra quelli sparsi per tutta la città.

2) La piazza Jermaa el Fna

Secondo le più importanti guide turistiche internazionali si è davanti ad una delle piazze più belle a livello globale. Assai affascinante è come cambia il suo aspetto nel corso della giornata. Fino a quando non tramonta il sole vi è infatti un mercato dove si può davvero acquistare e fare di tutto, tanto che si possono anche trovare incantatori di serpenti e altri artisti di strada. Durante la sera invece si riempiono i locali adiacenti e la piazza si riempie di musicisti, i quali allietano i passanti con le proprie note.

3) Il souk

Non si può andare a Marrakech e non passare almeno una giornata nel souk. In città ve ne sono diversi ogni giorno: quello più caratteristico è probabilmente quello che si tiene nei pressi di Place des Epices. Come si può agevolmente capire dal nome di questa piazza, il mercato che vi si svolge è prevalentemente dedicato alle spezie.

4) Palazzo Bahia

Se quello che ci cerca è un po’di silenzio, questo luogo, vero e proprio fiore all’occhiello di quella che è la scuola architettonica del paese, risulta senza dubbio utile allo scopo. Questo palazzo è costituito da poco meno di 150 stanze e all’esterno vi sono diversi spazi verdi sui quali crescono rigogliosi fiori e alberi di frutti. Molto interessante è anche il fatto che questo palazzo sia usato come location per diversi eventi culturali.

5) I Giardini Majorelle

Se si è alla ricerca di un luogo tranquillo, anche questo giardino botanico risulta una tappa fondamentale. Il suo nome deriva da chi li ha pensati ed ideati, ovvero l’artista transalpino Jacques Majorelle. Questo artista decise di costruire un grande giardino nei pressi della propria villa e quel che alla fine si è concretizzato è un giardino di tipo tropicale. Questo luogo, che dopo la morte dell’artista venne quasi del tutto abbandonato, è tornato a splendere a metà degli anni ’60 del secolo scorso grazie a Yves Saint Laurent: anch’egli francese, ma di professione stilista.

6) I riad

Ma dove dormire a Marrakech? Un’esperienza da provare è senza dubbio quella di un riad nella Medina. Questi altro non sono che antiche dimore della città, costruite e decorate secondo i dettami della tradizione architettonica e artistica marocchina, riconvertite in alloggi in cui accogliere i turisti. Alloggiando in un riad si ha modo di vivere un’esperienza nell’esperienza, che sicuramente è destinata a rimanere nei propri ricordi una volta tornati a casa.

7) L’hammam

Altra esperienza che vale la pena provare, per venire a stretto contatto con le tradizioni del paese, è quella dell’hammam. Questi luoghi altro non sono che delle terme, ma ciò che rende questa esperienza davvero arricchente è che si tratta di luoghi che non è possibile trovare in nessun’altra parte del mondo. Spesso è possibile trovarne anche nel riad presso cui si alloggia.